Premio nazionale di lettaratura per l'infanzia


    "Giacomo Giulitto" - Citta' di Bitritto (BA)

XVII Edizione

Bitritto, Dicembre 2014

DISCORSO INAUGURALE DEL XVII PREMIO PER LA LETTERATURA PER L'INFANZIA "GIACOMO "GIULITTO"

Si racconta che Plutarco parlava di un tale Antifone, detto il guaritore, che a Corinto nella sua casa vicino all'agorà, avesse un cartello nel quale si affermava che poteva guarire i malati con le parole. Oggi a Bitritto, cari ragazzi, cari "Critici in erba , chiamati a selezionare tra gli autori delle opere in concorso i vincitori del Premio, avete imparato a scrivere recensioni, esprimere valutazioni tecniche sulle illustrazioni, a formulare giudizi anche critici sulle modalità di scrittura, coltivando l'amore per la lettura e la conoscenza, ma anche imparare a scegliere cosa leggere. E' la magia del premio della letteratura per l'infanzia Giacomo Giulitto che vi esorta all'amore per la lettura quale esperienza formativa in grado di sviluppare il sistema dei valori e i punti di riferimento fondamentali per curare il male di vivere odierno ossia i giovani più spesso sembrano non essere animati da ideali e da passioni. Il nostro pensiero, quando si parla di letteratura però, non va mai o quasi mai alla letteratura per l'infanzia. Siamo abituati a parlare di letteratura facendo riferimento ai grandi nomi che hanno animato lo scorso secolo (Montale, Moravia, Pirandello), oppure riferendoci ai grandi classici del passato (Dante, Petrarca, Leopardi). Quando vediamo accanto alla parola letteratura, quella specificazione, dell'infanzia, tendiamo a ridimensionare il valore di ciò di cui ci accingiamo a parlare. In realtà tanti sarebbero i motivi che influenzano questo nostro istinto, non ultimo forse anche il fatto che la sovrapproduzione attuale ci porta a considerare letteratura solo le grandi cose lontane o i grandi titoli degli autori affermati (vincitori di un Nobel per esempio), e ridimensiona le prove letterarie di chi si dedica a generi diversi da quelli propagandati dalle grandi case editrici. Ed invece la letteratura per l'infanzia è qualcosa di importantissimo, che ha una storia lunghissima (codificata in età moderna almeno dal 1620, ma si può dire da sempre visto che le favole sono state un genere fondamentale sia della letteratura greca, vedi Esopo, che di quella latina, vedi Fedro), una Letteratura con la L maiuscola, che assume un ruolo fondamentale e delicatissimo essendo rivolta ai nostri bambini, ai nostri adolescenti.


Noi a Bitritto, ormai da 32 anni portiamo avanti questo premio perché crediamo nel fondamentale ruolo della letteratura per l'infanzia e vogliamo non solo portare gli autori più meritevoli qui e dare loro il giusto riconoscimento, ma anche perché vogliamo con il nostro impegno contribuire a ridare il giusto valore a questo genere letterario. Ci direte che siamo ambiziosi? Sì, forse è vero, ma le ambizioni non sono sempre sbagliate, soprattutto se non sono mediocri e se la nostra ambizione coincide con quella dei nostri cittadini che vogliono riscattarsi e contribuire a vivere in una società migliore. E quale modo più giusto di farlo se non attraverso la costruzione di un domani, educando e costruendo le coscienze dei nostri ragazzi porgendo loro quando sono piccoli un libro e spiegando loro che solo attraverso la conoscenza, la lettura, un riscatto è possibile? Per tutto questo ringrazio Giacomo Giulitto e Daniele Giancane che istituirono nel 1982 il Premio della Letteratura per l'infanzia, ringrazio Margherita Cattedra, Anna Cantatore e Grazia Rossi che sono le colonne portanti del premio, ringrazio per la loro presenza i vincitori Francesco D'Adamo, Emanuela NAVA, Elisa MAZZOLI, ringrazio la commissione giudicatrice, Prof. Giovanni MASSARO, Prof. Daniele GIANCANE, Margherita CATTEDRA GIULITTO, Floriana SISTO, Stefania RICCARDO, Maria ABENANTE, Grazia GOTTI, Andrea MORI, per il lavoro eseguito precisando che quest'anno hanno rinunciato ai gettoni di presenza, ringrazio l'assessora Elena Livernani e la prof. Valentina Millozzi che hanno dato sapore al nostro gemellaggio poiché hanno accompagnato 5 ragazzi di Conselice nella nostra Bitritto in occasione della premiazione, ringrazio il comitato genitori e le famiglie Coviello, Franco, Rizza, Chitani e Lepore che ne hanno organizzato l'accoglienza,ringrazio la cooperativa Giovanni Paolo II che ha curato la promozione del marchio premio Giulitto e l'associazione filo del discorso che ha seguito l'ufficio stampa. Infine ringrazio voi ragazzi e i vostri genitori che siete accorsi numerosi questa serata della premiazione. Concludo affermando chequest'anno il Comune non ha previsto i gadgets ai ragazzi per la XVII edizione poiché ho pensato, di utilizzare la stessa somma per acquistare ed apporre ai sei ingressi della nostra città questo cartello: CITTÀ DELLA LETTERATURA PER L'INFANZIA", affinché ogni qualvolta che tu oh ragazzo entrerai in Bitritto, potrai dire con orgoglio: questo cartello è il ricordo del mio premio della letteratura per l'infanzia, questo è il cartello della città, questo è il cartello della mia casa…


Bitritto lì, 08 dicembre 2014
Francesco VALENTE
Presidente del Consiglio Comunale di Bitritto


  • Piazza Leone, 14
    70020 Bitritto (BA)
  • P.Iva: 00821080728
  • Telefono: 080.38.58.262
  • Telefono: 080.38.58.111
  • Email: affarisociali@comune.bitritto.ba.it
  • Email: premioletteratura@comune.bitritto.ba.it
Così alla ricerca dell'autore puro
26 agosto 1982
Letteratura per l'infanzia:i vincitori
4 gennaio 1985
Premio di letteratura per l'infanzia
9 febbraio 1984




Copyright © 2015 l www.linkstudio.it All rights reserved.