02 aprile 2020

BITRITTO DONA - REGIME FISCALE APPLICABILE ALLE DONAZIONI

Oltre ai 400 milioni anticipati dal Ministero dell’Interno, l’Ordinanza n. 658 (art. 2 comma3) prevede che i comuni possano destinare alle “misure urgenti di solidarietà alimentare”, contemplate dall’Ordinanza medesima, eventuali donazioni da parte di terzi.
Per favorire le donazioni, l’Ordinanza autorizza i comuni ad aprire conti correnti bancari o postali nei quali far confluire le liberalità.
Tali donazioni beneficiano delle agevolazioni fiscali previste dall’art. 66 del DL 18/2020. La norma garantisce una detrazione dall'imposta lorda, ai fini dell'imposta sul reddito, pari al 30%, con un tetto di 30.000 euro. La detrazione è prevista in favore di coloro che effettuino nel corso del 2020 “erogazioni liberali in denaro e in natura” in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali, nonché di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, che siano “finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. La detrazione spetta alle persone fisiche e agli enti non commerciali.
L’art. 66 del DL 18/2020, inoltre, dispone la deducibilità per le liberalità dei soggetti titolari di reddito di impresa effettuate nel 2020 a sostegno delle misure di contrasto all'emergenza epidemiologica. Ai fini dell'IRAP, tali erogazioni liberali sono deducibili nell'esercizio in cui sono effettuate.


Eventi a Bitritto


archivio eventi

torna all'inizio del contenuto